Arrival
Departure
|
|
|
|
|
ITA | FR | DE | PT | RU | CH

La Vecchia Ferrovia Spoleto-Norcia


La Vecchia Ferrovia Spoleto-Norcia

La ferrovia Spoleto-Norcia fu inaugurata nel 1926 e, per il tempo, rappresentava un vero e proprio capolavoro di ingegneria: lungo il suo percorso di poco più di 50 km, si contano infatti ben 377 opere d’arte, tra cui 19 gallerie (anche elicoidali) e 24 ponti e viadotti, tra i quali quello sul torrente Cortaccione. Per le sue caratteristiche plano-altimetriche, la ferrovia Spoleto-Norcia può essere definita una ferrovia alpina e, per questo, è nota anche come il Gottardo dell'Umbria.

La ferrovia fu chiusa nel 1968 e, dopo molti anni di inutilizzo, sul suo tracciato è stato inaugurato un percorso ciclopedonale che attraversa alcuni dei paesaggi più suggestivi dell’Umbria.

Oltre alla messa in sicurezza delle numerose opere d'arte presenti, sono stati recentemente riqualificati anche i fabbricati viaggiatori delle ex-stazioni di Spoleto, Caprareccia, Sant'Anatolia di Narco-Scheggino, Piedipaterno-Vallo di Nera e Borgo Cerreto-Sellano, che costituiranno punti di accoglienza e informazione per i turisti.

Informazioni sul percorso ciclopedonale della vecchia ferrovia Spoleto-Norcia

www.laspoletonorciainmtb.it

Foto: www.laspoletonorciainmtb.it

La Vecchia Ferrovia Spoleto-Norcia

La Vecchia Ferrovia Spoleto-Norcia

La ferrovia Spoleto-Norcia fu inaugurata nel 1926 e, per il tempo, rappresentava un vero e proprio capolavoro di ingegneria: lungo il suo percorso di poco più di 50 km, si contano infatti ben 377 opere d’arte, tra cui 19 gallerie (anche elicoidali) e 24 ponti e viadotti, tra i quali quello sul torrente Cortaccione. Per le sue caratteristiche plano-altimetriche, la ferrovia Spoleto-Norcia può essere definita una ferrovia alpina e, per questo, è nota anche come il Gottardo dell'Umbria.

La ferrovia fu chiusa nel 1968 e, dopo molti anni di inutilizzo, sul suo tracciato è stato inaugurato un percorso ciclopedonale che attraversa alcuni dei paesaggi più suggestivi dell’Umbria.

Oltre alla messa in sicurezza delle numerose opere d'arte presenti, sono stati recentemente riqualificati anche i fabbricati viaggiatori delle ex-stazioni di Spoleto, Caprareccia, Sant'Anatolia di Narco-Scheggino, Piedipaterno-Vallo di Nera e Borgo Cerreto-Sellano, che costituiranno punti di accoglienza e informazione per i turisti.

Informazioni sul percorso ciclopedonale della vecchia ferrovia Spoleto-Norcia

www.laspoletonorciainmtb.it

Foto: www.laspoletonorciainmtb.it

La Vecchia Ferrovia Spoleto-Norcia

La ferrovia Spoleto-Norcia fu inaugurata nel 1926 e, per il tempo, rappresentava un vero e proprio capolavoro di ingegneria: lungo il suo percorso di poco più di 50 km, si contano infatti ben 377 opere d’arte, tra cui 19 gallerie (anche elicoidali) e 24 ponti e viadotti, tra i quali quello sul torrente Cortaccione. Per le sue caratteristiche plano-altimetriche, la ferrovia Spoleto-Norcia può essere definita una ferrovia alpina e, per questo, è nota anche come il Gottardo dell'Umbria.

La ferrovia fu chiusa nel 1968 e, dopo molti anni di inutilizzo, sul suo tracciato è stato inaugurato un percorso ciclopedonale che attraversa alcuni dei paesaggi più suggestivi dell’Umbria.

Oltre alla messa in sicurezza delle numerose opere d'arte presenti, sono stati recentemente riqualificati anche i fabbricati viaggiatori delle ex-stazioni di Spoleto, Caprareccia, Sant'Anatolia di Narco-Scheggino, Piedipaterno-Vallo di Nera e Borgo Cerreto-Sellano, che costituiranno punti di accoglienza e informazione per i turisti.

Informazioni sul percorso ciclopedonale della vecchia ferrovia Spoleto-Norcia

www.laspoletonorciainmtb.it

Foto: www.laspoletonorciainmtb.it

La Vecchia Ferrovia Spoleto-Norcia

La Vecchia Ferrovia Spoleto-Norcia

La ferrovia Spoleto-Norcia fu inaugurata nel 1926 e, per il tempo, rappresentava un vero e proprio capolavoro di ingegneria: lungo il suo percorso di poco più di 50 km, si contano infatti ben 377 opere d’arte, tra cui 19 gallerie (anche elicoidali) e 24 ponti e viadotti, tra i quali quello sul torrente Cortaccione. Per le sue caratteristiche plano-altimetriche, la ferrovia Spoleto-Norcia può essere definita una ferrovia alpina e, per questo, è nota anche come il Gottardo dell'Umbria.

La ferrovia fu chiusa nel 1968 e, dopo molti anni di inutilizzo, sul suo tracciato è stato inaugurato un percorso ciclopedonale che attraversa alcuni dei paesaggi più suggestivi dell’Umbria.

Oltre alla messa in sicurezza delle numerose opere d'arte presenti, sono stati recentemente riqualificati anche i fabbricati viaggiatori delle ex-stazioni di Spoleto, Caprareccia, Sant'Anatolia di Narco-Scheggino, Piedipaterno-Vallo di Nera e Borgo Cerreto-Sellano, che costituiranno punti di accoglienza e informazione per i turisti.

Informazioni sul percorso ciclopedonale della vecchia ferrovia Spoleto-Norcia

www.laspoletonorciainmtb.it

Foto: www.laspoletonorciainmtb.it