Arrivo
Partenza
|
|
|
|
|
ENG | FR | DE | PT | RU | CH

Il Parco del Monte Cucco

Emozionanti percorsi sopra, sotto e sulla terra


Il Parco del Monte Cucco

Il Parco Regionale del Monte Cucco comprende un’area dell’Appennino umbro-marchigiano caratterizzata da paesaggi naturali pressoché incontaminati. Tutto il complesso montuoso risulta articolato in cime, pendii dolci o rapidamente digradanti e forre profonde, originatesi in seguito ad eventi geologici. In questo ambiente naturale si alternano boschi di faggete secolari e di lecci, mentre sulle sommità più elevate si aprono grandi prati. Qui vivono, tra gli altri, il lupo predatore, l’aquila reale e il falco pellegrinoQuesto è un territorio di sorgenti, di acque sotterranee e di corsi d’acqua limpidi e ossigenati che ospitano la trota fario ed il gambero di fiume.

Il parco è interessato dal tracciato storico della via Flaminia, antica strada consolare costellata di reperti di epoca Romana, antichi ponti, resti di necropoli e templi, a cui si sono aggiunte, nel tempo, strutture di età medioevale quali castelli, borghi fortificati ed eremi che attestano l’intensa attività monastica in questi luoghi.

Da visitare
  • Abbazia di Sant’Emiliano in Congiuntoli, una delle più antiche Abbazie dell'Umbria
  • Eremo di San Girolamo a Pascelupo
  • Eremo di Fonte Avellana
Attività

Nel Parco del Monte Cucco si trova l’omonimo sistema di grotte, un imponente dedalo di cavità ipogee esteso per oltre trenta chilometri e profondo quasi 1000 metri, meta di appassionati speleologi. Molti i percorsi adatti al trekking ed alla mountain bike ed i corsi d'acqua in cui praticare il torrentismo.
Le favorevoli condizioni orografiche e meteorologiche e la collocazione rispetto ai venti ed alle correnti termiche, rendono il territorio del Parco una zona molto adatta alla pratica del volo libero (deltaplanismo e parapendio).

Foto:www.umbriatourism.it

Scopri i parchi dell'Umbria

Il Parco del Monte Cucco

Il Parco del Monte Cucco

Il Parco Regionale del Monte Cucco comprende un’area dell’Appennino umbro-marchigiano caratterizzata da paesaggi naturali pressoché incontaminati. Tutto il complesso montuoso risulta articolato in cime, pendii dolci o rapidamente digradanti e forre profonde, originatesi in seguito ad eventi geologici. In questo ambiente naturale si alternano boschi di faggete secolari e di lecci, mentre sulle sommità più elevate si aprono grandi prati. Qui vivono, tra gli altri, il lupo predatore, l’aquila reale e il falco pellegrinoQuesto è un territorio di sorgenti, di acque sotterranee e di corsi d’acqua limpidi e ossigenati che ospitano la trota fario ed il gambero di fiume.

Il parco è interessato dal tracciato storico della via Flaminia, antica strada consolare costellata di reperti di epoca Romana, antichi ponti, resti di necropoli e templi, a cui si sono aggiunte, nel tempo, strutture di età medioevale quali castelli, borghi fortificati ed eremi che attestano l’intensa attività monastica in questi luoghi.

Da visitare
  • Abbazia di Sant’Emiliano in Congiuntoli, una delle più antiche Abbazie dell'Umbria
  • Eremo di San Girolamo a Pascelupo
  • Eremo di Fonte Avellana
Attività

Nel Parco del Monte Cucco si trova l’omonimo sistema di grotte, un imponente dedalo di cavità ipogee esteso per oltre trenta chilometri e profondo quasi 1000 metri, meta di appassionati speleologi. Molti i percorsi adatti al trekking ed alla mountain bike ed i corsi d'acqua in cui praticare il torrentismo.
Le favorevoli condizioni orografiche e meteorologiche e la collocazione rispetto ai venti ed alle correnti termiche, rendono il territorio del Parco una zona molto adatta alla pratica del volo libero (deltaplanismo e parapendio).

Foto:www.umbriatourism.it

Scopri i parchi dell'Umbria

Emozionanti percorsi sopra, sotto e sulla terra

Scopri la migliore tariffa »

Il Parco del Monte Cucco

Il Parco Regionale del Monte Cucco comprende un’area dell’Appennino umbro-marchigiano caratterizzata da paesaggi naturali pressoché incontaminati. Tutto il complesso montuoso risulta articolato in cime, pendii dolci o rapidamente digradanti e forre profonde, originatesi in seguito ad eventi geologici. In questo ambiente naturale si alternano boschi di faggete secolari e di lecci, mentre sulle sommità più elevate si aprono grandi prati. Qui vivono, tra gli altri, il lupo predatore, l’aquila reale e il falco pellegrinoQuesto è un territorio di sorgenti, di acque sotterranee e di corsi d’acqua limpidi e ossigenati che ospitano la trota fario ed il gambero di fiume.

Il parco è interessato dal tracciato storico della via Flaminia, antica strada consolare costellata di reperti di epoca Romana, antichi ponti, resti di necropoli e templi, a cui si sono aggiunte, nel tempo, strutture di età medioevale quali castelli, borghi fortificati ed eremi che attestano l’intensa attività monastica in questi luoghi.

Da visitare
  • Abbazia di Sant’Emiliano in Congiuntoli, una delle più antiche Abbazie dell'Umbria
  • Eremo di San Girolamo a Pascelupo
  • Eremo di Fonte Avellana
Attività

Nel Parco del Monte Cucco si trova l’omonimo sistema di grotte, un imponente dedalo di cavità ipogee esteso per oltre trenta chilometri e profondo quasi 1000 metri, meta di appassionati speleologi. Molti i percorsi adatti al trekking ed alla mountain bike ed i corsi d'acqua in cui praticare il torrentismo.
Le favorevoli condizioni orografiche e meteorologiche e la collocazione rispetto ai venti ed alle correnti termiche, rendono il territorio del Parco una zona molto adatta alla pratica del volo libero (deltaplanismo e parapendio).

Foto:www.umbriatourism.it

Scopri i parchi dell'Umbria

Il Parco del Monte Cucco

Il Parco del Monte Cucco

Il Parco Regionale del Monte Cucco comprende un’area dell’Appennino umbro-marchigiano caratterizzata da paesaggi naturali pressoché incontaminati. Tutto il complesso montuoso risulta articolato in cime, pendii dolci o rapidamente digradanti e forre profonde, originatesi in seguito ad eventi geologici. In questo ambiente naturale si alternano boschi di faggete secolari e di lecci, mentre sulle sommità più elevate si aprono grandi prati. Qui vivono, tra gli altri, il lupo predatore, l’aquila reale e il falco pellegrinoQuesto è un territorio di sorgenti, di acque sotterranee e di corsi d’acqua limpidi e ossigenati che ospitano la trota fario ed il gambero di fiume.

Il parco è interessato dal tracciato storico della via Flaminia, antica strada consolare costellata di reperti di epoca Romana, antichi ponti, resti di necropoli e templi, a cui si sono aggiunte, nel tempo, strutture di età medioevale quali castelli, borghi fortificati ed eremi che attestano l’intensa attività monastica in questi luoghi.

Da visitare
  • Abbazia di Sant’Emiliano in Congiuntoli, una delle più antiche Abbazie dell'Umbria
  • Eremo di San Girolamo a Pascelupo
  • Eremo di Fonte Avellana
Attività

Nel Parco del Monte Cucco si trova l’omonimo sistema di grotte, un imponente dedalo di cavità ipogee esteso per oltre trenta chilometri e profondo quasi 1000 metri, meta di appassionati speleologi. Molti i percorsi adatti al trekking ed alla mountain bike ed i corsi d'acqua in cui praticare il torrentismo.
Le favorevoli condizioni orografiche e meteorologiche e la collocazione rispetto ai venti ed alle correnti termiche, rendono il territorio del Parco una zona molto adatta alla pratica del volo libero (deltaplanismo e parapendio).

Foto:www.umbriatourism.it

Scopri i parchi dell'Umbria

Emozionanti percorsi sopra, sotto e sulla terra

Scopri la migliore tariffa »