Arrivo
Partenza
|
|
|
|
|
ENG | FR | DE | PT | RU | CH

La Basilica di San Pietro

Scrigno di arte e misteri


La Basilica di San Pietro

La Basilica di San Pietro di Perugia si trova all’interno dell’omonimo monastero benedettino situato nel quartiere di Borgo XX Giugno. Fu fondata nel 966 dall’abate Pietro, in un'area funeraria etrusco-romana e su una preesistente chiesa paleocristiana che era stata la prima cattedrale di Perugia.

Dopo aver svolto un ruolo strategico nella politica del Papato durante tutto il medioevo, l’abbazia fu  soppressa prima dai Francesi, nel 1793 e nel 1798, poi dal governo italiano nel 1890 quando, a seguito della morte del terzultimo monaco, trovò attuazione la legge che sanciva il trasferimento dei beni alla “Fondazione per l’istruzione agraria in Perugia”. A seguito della posizione assunta durante gli eventi bellici del giugno 1859, quando i monaci favorirono la difesa dei perugini contro l'invasione delle truppe svizzere dello Stato della Chiesa, la comunità Benedettina di San Pietro aveva infatti usufruito di una proroga dell’applicazione del decreto Pepoli sull’espropriazione dei beni dei religiosi a favore del nascente stato italiano.

Dominata da un bellissimo campanile poligonale, la Basilica di San Pietro ha una struttura a tre navate e si caratterizza per la ricchezza di decorazioni e per un soffitto ligneo a cassettoni policromo e dorato che risale al 1556.

Nonostante le spoliazioni dell’epoca napoleonica, la Basilica ospita la più grande collezione di arte di Perugia, dopo la Galleria Nazionale dell'UmbriaAl suo interno, infatti, sono custodite opere di notevolissimo pregio, tra cui alcuni capolavori di Guido Reni, del Guercino, del Sassoferrato, del Vasari, del Perugino e di Antonio Vassilacchi detto l’Aliense.

Proprio dell’Aliense è il "Trionfo dell’ordine dei Benedettini", una tela di novanta metri quadrati (catalogata come il quadro più grande d’Europa) che, dietro la selva delle figure ecclesiastiche, cela una inquietante raffigurazione del Demonio.

Curiosità: all’interno della sagrestia è custodito un bozzetto attribuito al Caravaggio.

Per informazioni e prenotazioni

Basilica di San Pietro
Borgo XX Giugno 74 - 06121 Perugia

Orario di apertura: 8.00-12.00, 15.30-18.00
Ingresso: libero

Tel. +39 075 33753 - +39 328 6013446
Email: info@sanpietroperugia.it

 

Foto: www.comune.perugia.it

La Basilica di San Pietro

La Basilica di San Pietro

La Basilica di San Pietro di Perugia si trova all’interno dell’omonimo monastero benedettino situato nel quartiere di Borgo XX Giugno. Fu fondata nel 966 dall’abate Pietro, in un'area funeraria etrusco-romana e su una preesistente chiesa paleocristiana che era stata la prima cattedrale di Perugia.

Dopo aver svolto un ruolo strategico nella politica del Papato durante tutto il medioevo, l’abbazia fu  soppressa prima dai Francesi, nel 1793 e nel 1798, poi dal governo italiano nel 1890 quando, a seguito della morte del terzultimo monaco, trovò attuazione la legge che sanciva il trasferimento dei beni alla “Fondazione per l’istruzione agraria in Perugia”. A seguito della posizione assunta durante gli eventi bellici del giugno 1859, quando i monaci favorirono la difesa dei perugini contro l'invasione delle truppe svizzere dello Stato della Chiesa, la comunità Benedettina di San Pietro aveva infatti usufruito di una proroga dell’applicazione del decreto Pepoli sull’espropriazione dei beni dei religiosi a favore del nascente stato italiano.

Dominata da un bellissimo campanile poligonale, la Basilica di San Pietro ha una struttura a tre navate e si caratterizza per la ricchezza di decorazioni e per un soffitto ligneo a cassettoni policromo e dorato che risale al 1556.

Nonostante le spoliazioni dell’epoca napoleonica, la Basilica ospita la più grande collezione di arte di Perugia, dopo la Galleria Nazionale dell'UmbriaAl suo interno, infatti, sono custodite opere di notevolissimo pregio, tra cui alcuni capolavori di Guido Reni, del Guercino, del Sassoferrato, del Vasari, del Perugino e di Antonio Vassilacchi detto l’Aliense.

Proprio dell’Aliense è il "Trionfo dell’ordine dei Benedettini", una tela di novanta metri quadrati (catalogata come il quadro più grande d’Europa) che, dietro la selva delle figure ecclesiastiche, cela una inquietante raffigurazione del Demonio.

Curiosità: all’interno della sagrestia è custodito un bozzetto attribuito al Caravaggio.

Per informazioni e prenotazioni

Basilica di San Pietro
Borgo XX Giugno 74 - 06121 Perugia

Orario di apertura: 8.00-12.00, 15.30-18.00
Ingresso: libero

Tel. +39 075 33753 - +39 328 6013446
Email: info@sanpietroperugia.it

 

Foto: www.comune.perugia.it

Scrigno di arte e misteri

Scopri la migliore tariffa »

La Basilica di San Pietro

La Basilica di San Pietro di Perugia si trova all’interno dell’omonimo monastero benedettino situato nel quartiere di Borgo XX Giugno. Fu fondata nel 966 dall’abate Pietro, in un'area funeraria etrusco-romana e su una preesistente chiesa paleocristiana che era stata la prima cattedrale di Perugia.

Dopo aver svolto un ruolo strategico nella politica del Papato durante tutto il medioevo, l’abbazia fu  soppressa prima dai Francesi, nel 1793 e nel 1798, poi dal governo italiano nel 1890 quando, a seguito della morte del terzultimo monaco, trovò attuazione la legge che sanciva il trasferimento dei beni alla “Fondazione per l’istruzione agraria in Perugia”. A seguito della posizione assunta durante gli eventi bellici del giugno 1859, quando i monaci favorirono la difesa dei perugini contro l'invasione delle truppe svizzere dello Stato della Chiesa, la comunità Benedettina di San Pietro aveva infatti usufruito di una proroga dell’applicazione del decreto Pepoli sull’espropriazione dei beni dei religiosi a favore del nascente stato italiano.

Dominata da un bellissimo campanile poligonale, la Basilica di San Pietro ha una struttura a tre navate e si caratterizza per la ricchezza di decorazioni e per un soffitto ligneo a cassettoni policromo e dorato che risale al 1556.

Nonostante le spoliazioni dell’epoca napoleonica, la Basilica ospita la più grande collezione di arte di Perugia, dopo la Galleria Nazionale dell'UmbriaAl suo interno, infatti, sono custodite opere di notevolissimo pregio, tra cui alcuni capolavori di Guido Reni, del Guercino, del Sassoferrato, del Vasari, del Perugino e di Antonio Vassilacchi detto l’Aliense.

Proprio dell’Aliense è il "Trionfo dell’ordine dei Benedettini", una tela di novanta metri quadrati (catalogata come il quadro più grande d’Europa) che, dietro la selva delle figure ecclesiastiche, cela una inquietante raffigurazione del Demonio.

Curiosità: all’interno della sagrestia è custodito un bozzetto attribuito al Caravaggio.

Per informazioni e prenotazioni

Basilica di San Pietro
Borgo XX Giugno 74 - 06121 Perugia

Orario di apertura: 8.00-12.00, 15.30-18.00
Ingresso: libero

Tel. +39 075 33753 - +39 328 6013446
Email: info@sanpietroperugia.it

 

Foto: www.comune.perugia.it

La Basilica di San Pietro

La Basilica di San Pietro

La Basilica di San Pietro di Perugia si trova all’interno dell’omonimo monastero benedettino situato nel quartiere di Borgo XX Giugno. Fu fondata nel 966 dall’abate Pietro, in un'area funeraria etrusco-romana e su una preesistente chiesa paleocristiana che era stata la prima cattedrale di Perugia.

Dopo aver svolto un ruolo strategico nella politica del Papato durante tutto il medioevo, l’abbazia fu  soppressa prima dai Francesi, nel 1793 e nel 1798, poi dal governo italiano nel 1890 quando, a seguito della morte del terzultimo monaco, trovò attuazione la legge che sanciva il trasferimento dei beni alla “Fondazione per l’istruzione agraria in Perugia”. A seguito della posizione assunta durante gli eventi bellici del giugno 1859, quando i monaci favorirono la difesa dei perugini contro l'invasione delle truppe svizzere dello Stato della Chiesa, la comunità Benedettina di San Pietro aveva infatti usufruito di una proroga dell’applicazione del decreto Pepoli sull’espropriazione dei beni dei religiosi a favore del nascente stato italiano.

Dominata da un bellissimo campanile poligonale, la Basilica di San Pietro ha una struttura a tre navate e si caratterizza per la ricchezza di decorazioni e per un soffitto ligneo a cassettoni policromo e dorato che risale al 1556.

Nonostante le spoliazioni dell’epoca napoleonica, la Basilica ospita la più grande collezione di arte di Perugia, dopo la Galleria Nazionale dell'UmbriaAl suo interno, infatti, sono custodite opere di notevolissimo pregio, tra cui alcuni capolavori di Guido Reni, del Guercino, del Sassoferrato, del Vasari, del Perugino e di Antonio Vassilacchi detto l’Aliense.

Proprio dell’Aliense è il "Trionfo dell’ordine dei Benedettini", una tela di novanta metri quadrati (catalogata come il quadro più grande d’Europa) che, dietro la selva delle figure ecclesiastiche, cela una inquietante raffigurazione del Demonio.

Curiosità: all’interno della sagrestia è custodito un bozzetto attribuito al Caravaggio.

Per informazioni e prenotazioni

Basilica di San Pietro
Borgo XX Giugno 74 - 06121 Perugia

Orario di apertura: 8.00-12.00, 15.30-18.00
Ingresso: libero

Tel. +39 075 33753 - +39 328 6013446
Email: info@sanpietroperugia.it

 

Foto: www.comune.perugia.it

Scrigno di arte e misteri

Scopri la migliore tariffa »