Arrivo
Partenza
|
|
|
|
|
ENG | FR | DE | PT | RU | CH

Perugia celebra San Costanzo

Due giorni di festa per il Santo Patrono


Perugia celebra San Costanzo

Il 29 gennaio Perugia festeggia San Costanzo, uno dei suoi tre patroni insieme a San Lorenzo e a Sant'Ercolano. Costanzo, primo Vescovo della città umbra, fu decapitato nel 175 durante la IV persecuzione dell’Impero Romano, ordinata dall’imperatore Marco Aurelio.

Ogni anno, in occasione della ricorrenza del martirio del Santo, Perugia celebra il suo Patrono con due giorni di festeggiamenti che iniziano nel pomeriggio del 28 gennaio con la tradizionale processione della Luminaria,  un corteo a cui partecipano anche figuranti in costume medievale e che, partendo da Palazzo dei Priori, percorrerà la Via Sacra fino alla Basilica di San Costanzo. Qui, si rinnoverà il rito dell’omaggio votivo al Santo Patrono di quattro simboli: la corona d’alloro, il cero, il Torcolo (dolce tipico della festa) e l’incenso.

I festeggiamenti proseguono il 29 gennaio con la Fiera Grande di Borgo XX Giugno e con la degustazione gratuita, in Corso Vannucci, del Torcolo di San Costanzo, il tradizionale dolce che celebra il Santo Patrono.

Perugia celebra San Costanzo

Perugia celebra San Costanzo

Il 29 gennaio Perugia festeggia San Costanzo, uno dei suoi tre patroni insieme a San Lorenzo e a Sant'Ercolano. Costanzo, primo Vescovo della città umbra, fu decapitato nel 175 durante la IV persecuzione dell’Impero Romano, ordinata dall’imperatore Marco Aurelio.

Ogni anno, in occasione della ricorrenza del martirio del Santo, Perugia celebra il suo Patrono con due giorni di festeggiamenti che iniziano nel pomeriggio del 28 gennaio con la tradizionale processione della Luminaria,  un corteo a cui partecipano anche figuranti in costume medievale e che, partendo da Palazzo dei Priori, percorrerà la Via Sacra fino alla Basilica di San Costanzo. Qui, si rinnoverà il rito dell’omaggio votivo al Santo Patrono di quattro simboli: la corona d’alloro, il cero, il Torcolo (dolce tipico della festa) e l’incenso.

I festeggiamenti proseguono il 29 gennaio con la Fiera Grande di Borgo XX Giugno e con la degustazione gratuita, in Corso Vannucci, del Torcolo di San Costanzo, il tradizionale dolce che celebra il Santo Patrono.

Due giorni di festa per il Santo Patrono

Scopri la migliore tariffa »

Perugia celebra San Costanzo

Il 29 gennaio Perugia festeggia San Costanzo, uno dei suoi tre patroni insieme a San Lorenzo e a Sant'Ercolano. Costanzo, primo Vescovo della città umbra, fu decapitato nel 175 durante la IV persecuzione dell’Impero Romano, ordinata dall’imperatore Marco Aurelio.

Ogni anno, in occasione della ricorrenza del martirio del Santo, Perugia celebra il suo Patrono con due giorni di festeggiamenti che iniziano nel pomeriggio del 28 gennaio con la tradizionale processione della Luminaria,  un corteo a cui partecipano anche figuranti in costume medievale e che, partendo da Palazzo dei Priori, percorrerà la Via Sacra fino alla Basilica di San Costanzo. Qui, si rinnoverà il rito dell’omaggio votivo al Santo Patrono di quattro simboli: la corona d’alloro, il cero, il Torcolo (dolce tipico della festa) e l’incenso.

I festeggiamenti proseguono il 29 gennaio con la Fiera Grande di Borgo XX Giugno e con la degustazione gratuita, in Corso Vannucci, del Torcolo di San Costanzo, il tradizionale dolce che celebra il Santo Patrono.

Perugia celebra San Costanzo

Perugia celebra San Costanzo

Il 29 gennaio Perugia festeggia San Costanzo, uno dei suoi tre patroni insieme a San Lorenzo e a Sant'Ercolano. Costanzo, primo Vescovo della città umbra, fu decapitato nel 175 durante la IV persecuzione dell’Impero Romano, ordinata dall’imperatore Marco Aurelio.

Ogni anno, in occasione della ricorrenza del martirio del Santo, Perugia celebra il suo Patrono con due giorni di festeggiamenti che iniziano nel pomeriggio del 28 gennaio con la tradizionale processione della Luminaria,  un corteo a cui partecipano anche figuranti in costume medievale e che, partendo da Palazzo dei Priori, percorrerà la Via Sacra fino alla Basilica di San Costanzo. Qui, si rinnoverà il rito dell’omaggio votivo al Santo Patrono di quattro simboli: la corona d’alloro, il cero, il Torcolo (dolce tipico della festa) e l’incenso.

I festeggiamenti proseguono il 29 gennaio con la Fiera Grande di Borgo XX Giugno e con la degustazione gratuita, in Corso Vannucci, del Torcolo di San Costanzo, il tradizionale dolce che celebra il Santo Patrono.

Due giorni di festa per il Santo Patrono

Scopri la migliore tariffa »