Прибытие
Отъезд
|
|
|
|
|
ITA | ENG | FR | DE | PT | CH

Parco di Monte Peglia e Selva di Meana


Parco di Monte Peglia e Selva di Meana

Il Parco di Monte Peglia e Selva di Meana comprende tre distinte aree naturali protette (Allerona-Selva di Meana, Melonta-Bosco dell’Elmo e San Venanzo) che insieme costituiscono il Sistema Territoriale di Interesse Naturalistico Ambientale (S.T.I.N.A.)L'area più vasta è quella di Allerona-Selva di Meana, segue quella della Melonta-Bosco dell'Elmo ed infine l'area protetta di San Venanzo, che comprende anche una zona vulcanologica.

Il parco è caratterizzato da una ricchissima flora che spazia dalle estese formazioni boschive con lecceti e cerreti alla macchia mediterranea, passando per una grande varietà di fiori, tra cui le orchidee spontanee. Anche la fauna è molto articolata e include, tra gli altri, il Gatto selvatico, la Martora, il Falco pellegrino, il Gufo reale, la Salamandra pezzata, il Cavedano etrusco, ed il Gambero di fiume.

L’intera area compresa nello S.T.I.N.A. è stata abitata fin dalla preistoria, come testimoniano le “Tane del Diavolo” nei pressi di Parrano, grotte carsiche scavate sulle pareti di una forra, oggetto di importanti rinvenimenti archeologici. Innumerevoli sono poi le testimonianze della civiltà etrusca che, insieme ai piccoli castelli e ai borghi fortificati di epoca medievale, rendono particolarmente affascinante questa zona dell’Umbria.

Da visitare
  • La Scarzuola
  • Villa della Selva  o Villa Cahen
  • Il Parco Vulcanologico di San Venanzo
Attività

Una delle attività più praticate all’interno del parco è l’escursionismo, con itinerari vari e con diversi livelli di difficoltà.

Foto:www.parchiattivi.it

Scopri i parchi dell'Umbria

Parco di Monte Peglia e Selva di Meana

Parco di Monte Peglia e Selva di Meana

Il Parco di Monte Peglia e Selva di Meana comprende tre distinte aree naturali protette (Allerona-Selva di Meana, Melonta-Bosco dell’Elmo e San Venanzo) che insieme costituiscono il Sistema Territoriale di Interesse Naturalistico Ambientale (S.T.I.N.A.)L'area più vasta è quella di Allerona-Selva di Meana, segue quella della Melonta-Bosco dell'Elmo ed infine l'area protetta di San Venanzo, che comprende anche una zona vulcanologica.

Il parco è caratterizzato da una ricchissima flora che spazia dalle estese formazioni boschive con lecceti e cerreti alla macchia mediterranea, passando per una grande varietà di fiori, tra cui le orchidee spontanee. Anche la fauna è molto articolata e include, tra gli altri, il Gatto selvatico, la Martora, il Falco pellegrino, il Gufo reale, la Salamandra pezzata, il Cavedano etrusco, ed il Gambero di fiume.

L’intera area compresa nello S.T.I.N.A. è stata abitata fin dalla preistoria, come testimoniano le “Tane del Diavolo” nei pressi di Parrano, grotte carsiche scavate sulle pareti di una forra, oggetto di importanti rinvenimenti archeologici. Innumerevoli sono poi le testimonianze della civiltà etrusca che, insieme ai piccoli castelli e ai borghi fortificati di epoca medievale, rendono particolarmente affascinante questa zona dell’Umbria.

Da visitare
  • La Scarzuola
  • Villa della Selva  o Villa Cahen
  • Il Parco Vulcanologico di San Venanzo
Attività

Una delle attività più praticate all’interno del parco è l’escursionismo, con itinerari vari e con diversi livelli di difficoltà.

Foto:www.parchiattivi.it

Scopri i parchi dell'Umbria

Parco di Monte Peglia e Selva di Meana

Il Parco di Monte Peglia e Selva di Meana comprende tre distinte aree naturali protette (Allerona-Selva di Meana, Melonta-Bosco dell’Elmo e San Venanzo) che insieme costituiscono il Sistema Territoriale di Interesse Naturalistico Ambientale (S.T.I.N.A.)L'area più vasta è quella di Allerona-Selva di Meana, segue quella della Melonta-Bosco dell'Elmo ed infine l'area protetta di San Venanzo, che comprende anche una zona vulcanologica.

Il parco è caratterizzato da una ricchissima flora che spazia dalle estese formazioni boschive con lecceti e cerreti alla macchia mediterranea, passando per una grande varietà di fiori, tra cui le orchidee spontanee. Anche la fauna è molto articolata e include, tra gli altri, il Gatto selvatico, la Martora, il Falco pellegrino, il Gufo reale, la Salamandra pezzata, il Cavedano etrusco, ed il Gambero di fiume.

L’intera area compresa nello S.T.I.N.A. è stata abitata fin dalla preistoria, come testimoniano le “Tane del Diavolo” nei pressi di Parrano, grotte carsiche scavate sulle pareti di una forra, oggetto di importanti rinvenimenti archeologici. Innumerevoli sono poi le testimonianze della civiltà etrusca che, insieme ai piccoli castelli e ai borghi fortificati di epoca medievale, rendono particolarmente affascinante questa zona dell’Umbria.

Da visitare
  • La Scarzuola
  • Villa della Selva  o Villa Cahen
  • Il Parco Vulcanologico di San Venanzo
Attività

Una delle attività più praticate all’interno del parco è l’escursionismo, con itinerari vari e con diversi livelli di difficoltà.

Foto:www.parchiattivi.it

Scopri i parchi dell'Umbria

Parco di Monte Peglia e Selva di Meana

Parco di Monte Peglia e Selva di Meana

Il Parco di Monte Peglia e Selva di Meana comprende tre distinte aree naturali protette (Allerona-Selva di Meana, Melonta-Bosco dell’Elmo e San Venanzo) che insieme costituiscono il Sistema Territoriale di Interesse Naturalistico Ambientale (S.T.I.N.A.)L'area più vasta è quella di Allerona-Selva di Meana, segue quella della Melonta-Bosco dell'Elmo ed infine l'area protetta di San Venanzo, che comprende anche una zona vulcanologica.

Il parco è caratterizzato da una ricchissima flora che spazia dalle estese formazioni boschive con lecceti e cerreti alla macchia mediterranea, passando per una grande varietà di fiori, tra cui le orchidee spontanee. Anche la fauna è molto articolata e include, tra gli altri, il Gatto selvatico, la Martora, il Falco pellegrino, il Gufo reale, la Salamandra pezzata, il Cavedano etrusco, ed il Gambero di fiume.

L’intera area compresa nello S.T.I.N.A. è stata abitata fin dalla preistoria, come testimoniano le “Tane del Diavolo” nei pressi di Parrano, grotte carsiche scavate sulle pareti di una forra, oggetto di importanti rinvenimenti archeologici. Innumerevoli sono poi le testimonianze della civiltà etrusca che, insieme ai piccoli castelli e ai borghi fortificati di epoca medievale, rendono particolarmente affascinante questa zona dell’Umbria.

Da visitare
  • La Scarzuola
  • Villa della Selva  o Villa Cahen
  • Il Parco Vulcanologico di San Venanzo
Attività

Una delle attività più praticate all’interno del parco è l’escursionismo, con itinerari vari e con diversi livelli di difficoltà.

Foto:www.parchiattivi.it

Scopri i parchi dell'Umbria