Arrivo
Partenza
|
|
|
|
|
ENG | FR | DE | PT | RU | CH

San Valentino e Terni

Il Protettore degli innamorati


San Valentino e Terni

Il 14 febbraio si celebra San Valentino, Patrono di Terni e protettore di tutti gli innamorati. Ma qual è l’origine di questa tradizionale ricorrenza?

Valentino nasce a Terni intorno al 175 d.C e diviene il primo vescovo della città nel 197 d.C. Molte leggende legate alle sue gesta gli valsero l’appellativo di Santo protettore degli innamorati. La più famosa è probabilmente quella legata alla celebrazione del matrimonio fra il soldato pagano Sabino ed una giovane cristiana, Serapia.

Nel 245 d.C. Sabino, legionario romano di passaggio a Terni, vide una bella ragazza di nome Serapia e se ne innamorò tanto da convertirsi alla religione cristiana per ottenere dai genitori di lei il consenso al matrimonio. Durante i preparativi delle nozze, Serapia si ammalò gravemente. Sabino chiamò Valentino al capezzale della ragazza oramai moribonda e lo supplicò affinché non fosse separato dalla sua amata. Così, il vescovo battezzò il giovane ed unì i due in matrimonio legandoli per l'eternità. 

Martirizzato il 14 febbraio del 273 d.C., San Valentino fu sepolto sulla collina di Terni dove, nel IV secolo, sorse una basilica nella quale attualmente sono custodite le sue reliquie.

San Valentino e Terni

San Valentino e Terni

Il 14 febbraio si celebra San Valentino, Patrono di Terni e protettore di tutti gli innamorati. Ma qual è l’origine di questa tradizionale ricorrenza?

Valentino nasce a Terni intorno al 175 d.C e diviene il primo vescovo della città nel 197 d.C. Molte leggende legate alle sue gesta gli valsero l’appellativo di Santo protettore degli innamorati. La più famosa è probabilmente quella legata alla celebrazione del matrimonio fra il soldato pagano Sabino ed una giovane cristiana, Serapia.

Nel 245 d.C. Sabino, legionario romano di passaggio a Terni, vide una bella ragazza di nome Serapia e se ne innamorò tanto da convertirsi alla religione cristiana per ottenere dai genitori di lei il consenso al matrimonio. Durante i preparativi delle nozze, Serapia si ammalò gravemente. Sabino chiamò Valentino al capezzale della ragazza oramai moribonda e lo supplicò affinché non fosse separato dalla sua amata. Così, il vescovo battezzò il giovane ed unì i due in matrimonio legandoli per l'eternità. 

Martirizzato il 14 febbraio del 273 d.C., San Valentino fu sepolto sulla collina di Terni dove, nel IV secolo, sorse una basilica nella quale attualmente sono custodite le sue reliquie.

Il Protettore degli innamorati

Scopri la migliore tariffa »

San Valentino e Terni

Il 14 febbraio si celebra San Valentino, Patrono di Terni e protettore di tutti gli innamorati. Ma qual è l’origine di questa tradizionale ricorrenza?

Valentino nasce a Terni intorno al 175 d.C e diviene il primo vescovo della città nel 197 d.C. Molte leggende legate alle sue gesta gli valsero l’appellativo di Santo protettore degli innamorati. La più famosa è probabilmente quella legata alla celebrazione del matrimonio fra il soldato pagano Sabino ed una giovane cristiana, Serapia.

Nel 245 d.C. Sabino, legionario romano di passaggio a Terni, vide una bella ragazza di nome Serapia e se ne innamorò tanto da convertirsi alla religione cristiana per ottenere dai genitori di lei il consenso al matrimonio. Durante i preparativi delle nozze, Serapia si ammalò gravemente. Sabino chiamò Valentino al capezzale della ragazza oramai moribonda e lo supplicò affinché non fosse separato dalla sua amata. Così, il vescovo battezzò il giovane ed unì i due in matrimonio legandoli per l'eternità. 

Martirizzato il 14 febbraio del 273 d.C., San Valentino fu sepolto sulla collina di Terni dove, nel IV secolo, sorse una basilica nella quale attualmente sono custodite le sue reliquie.

San Valentino e Terni

San Valentino e Terni

Il 14 febbraio si celebra San Valentino, Patrono di Terni e protettore di tutti gli innamorati. Ma qual è l’origine di questa tradizionale ricorrenza?

Valentino nasce a Terni intorno al 175 d.C e diviene il primo vescovo della città nel 197 d.C. Molte leggende legate alle sue gesta gli valsero l’appellativo di Santo protettore degli innamorati. La più famosa è probabilmente quella legata alla celebrazione del matrimonio fra il soldato pagano Sabino ed una giovane cristiana, Serapia.

Nel 245 d.C. Sabino, legionario romano di passaggio a Terni, vide una bella ragazza di nome Serapia e se ne innamorò tanto da convertirsi alla religione cristiana per ottenere dai genitori di lei il consenso al matrimonio. Durante i preparativi delle nozze, Serapia si ammalò gravemente. Sabino chiamò Valentino al capezzale della ragazza oramai moribonda e lo supplicò affinché non fosse separato dalla sua amata. Così, il vescovo battezzò il giovane ed unì i due in matrimonio legandoli per l'eternità. 

Martirizzato il 14 febbraio del 273 d.C., San Valentino fu sepolto sulla collina di Terni dove, nel IV secolo, sorse una basilica nella quale attualmente sono custodite le sue reliquie.

Il Protettore degli innamorati

Scopri la migliore tariffa »